B'EST MOVIE 2022

Con undici edizioni, la rassegna di cinema “B’Est Movie” rappresenta ormai un punto fermo della programmazione estiva dell’Unione Reno Galliera. Quest’anno il fil rouge che proponiamo agli spettatori percorre la storia della società attraverso lo sguardo delle giovani generazioni sul tempo in cui vivono (dagli anni ’40 alla contemporaneità), uno sguardo che non è sommario e generico ma analitico e specifico, uno sguardo che interpreta la vita e le sfide che i giovani e le giovani si trovano ad affrontare e a gestire, proponendo atteggiamenti e soluzioni del tutto inusuali e innovative.

Il ricco cartellone prevede pellicole del patrimonio della Fondazione Cineteca di Bologna, con il Cinema ritrovato ed il Cinema Partecipato, ma anche un omaggio a Pier Paolo Pasolini nel centenario della sua nascita, opere meno note di registi e registe divenuti poi celebri, cinematografie di diversi paesi e gemme d’animazione per un pubblico di tutte le età!

Come per tutte le passate edizioni, la rassegna nasce e cresce dalla collaborazione tra l’Unione Reno Galliera e la Fondazione Cineteca di Bologna ed è realizzata con il sostegno della Regione Emilia Romagna – Film Commission.

Mamma Roma

Regia di Pier Paolo Pasolini (1962) - In occasione del centenario di Pier Paolo Pasolini, una pellicola del Cinema Ritrovato, redentemente restaurata dalla Cineteca Nazionale, con la grande Anna Magnani

Il Posto

Regia di Ermanno Olmi (1961) - Il posto è il posto di lavoro: con questo ritratto di un'Italia che sta cambiando profondamente, Ermanno Olmi entra ufficialmente nella storia del cinema italiano.

Wonder

Regia di Stephen Chbosky (2017) - Affetto dalla nascita da una grave anomalia cranio-facciale, il giovane Auggie dovrà trovare il suo posto tra bulli odiosi e veri amici.

Ladri di biciclette

Regia di Vittorio de Sica (1948) - La storia di un padre che perde il suo mezzo di trasporto per andare al lavoro e di un figlio che sa come riportarlo a casa. Una bellissima storia del grande Cinema Ritrovato

La prima cosa bella

Regia di Paolo Virzì (2010) - Domestica, segretaria, ragioniera, figurante senza mai successo, Anna passa attraverso i marosi della vita col sorriso e l’intenzione di essere soltanto la migliore delle mamme.

L'avventura

Regia di Michelangelo Antonioni (1960) - Film tra i capolavori del regista emiliano Antonioni che celebra Monica Vitti, recentemente scomparsa, segnando l'esordio cinematografico di una grandissima attrice

I basilischi

Regia di Lina Wertmüller (1963) - Il primo lungometraggio della regista italiana Lina Wertmüller, che sarà la prima donna nella storia a essere candidata all'Oscar come migliore regista e che nel 2020 ha ricevuto il Premio Oscar onorario per il suo provocatorio scostamento dalle norme politiche e sociali trasmesso con coraggio attraverso la sua arma preferita: l'obiettivo della macchina da presa.

Tomboy

Regia di Céline Sciamma (2011) - La regista francese, poco più che trent’enne, riesce a dirigere un film leggero come un’estate infantile, vincitore del Teddy Award al festival di Berlino 2011, che tratta dell’identità di genere con uno sguardo attualissimo.

Il bambino che scoprì il mondo

Regia di Alê Abreu (2014) - Vincitore di oltre 40 premi nei festival di tutto il mondo, questa pellicola d'animazione riesce a parlare a grandi e piccini, trasmettendo concetti ed emozioni complesse con una sensibilità unica ed una grafica che fa dell'indipendenza creativa la sua forza

La terra dell'abbastanza

Regia di Fabio e Damiano D’Innocenzo (2018) - Il convincente film d'esordio dei fratelli D'Innocenzo, che parla dei giovani delle periferie romane, ottiene tre candidature ai Nastri d'Argento, di cui uno vinto come miglior opera prima.

Captain Fantastic

Regia di Matt Ross (2016) - Una terza via rispetto all'essere mainstream o essere indie per una famiglia che ha scelto di vivere lontana dalla società del consumo. Una lezione di vita possibile per un film che ha vinto il premio per la miglior regia al Festival di Cannes 2016.

Cafarnao - Caos e miracoli

Regia di Nadine Labaki (2018) - In questo film è in primis il tribunale della coscienza a parlare: a Beirut il dodicenne Zain, recluso per un grave reato, decide di intentare una causa contro i suoi genitori per averlo messo al mondo senza possedere gli strumenti per crescerlo in modo adeguato. Nadine Labaki guadagna il premio della giuria al Festival di Cannes 2018

Versi perversi

Regia di Jan Lachauer e Jakob Schuh (2016) - Come l’omonimo capolavoro di Roald Dahl da cui è tratto, il piccolo capolavoro d'animazione Versi perversi trasforma e ribalta alcune favole tradizionali e i relativi protagonisti con risvolti ironici e sorprendenti, ribaltando le storie canoniche per crearne di nuove.

Un confine incerto

Regia di Isabella Sandri (2019) - In un camper parcheggiato nella Foresta Nera vive una strana coppia: un ragazzo, Richi, e una bambina chiamata “Sputo”. Non sono parenti, lei è stata sottratta alla sua famiglia. La regista Isabella Sandri si conferma una delle voci più personali del cinema contemporaneo, indagando una storia complessa con coraggio e attenzione.

Lazzaro felice

Regia di Alice Rohrwacher (2018) - Il terzo film di Alice Rohrwacher, premio per la sceneggiatura a Cannes 2018, è una parabola lieve e meravigliosa sull'innocenza perduta, in cui Il giovane Lazzaro è il fantasma di un'anima buona e fedele in una società feroce e traditrice, ultimo depositario di umanità in un mondo in cui gli ultimi restano sempre ultimi.

Le sorelle Macaluso

Regia di Emma Dante (2020) -  La storia di cinque donne, di una famiglia, di chi va via, di chi resta e di chi resiste. Tratto da un celebre lavoro teatrale della stessa regista del film.

Ribelle

Regia di Mark Andrews e Brenda Chapman (2012) - Ribelle è una storia di coraggio, emancipazione e compromessi di una giovane principessa. Questo film di animazione compie un enorme passo in avanti verso un'idea di vera e propria recitazione da parte di personaggi animati, tanto che nelle scene madri la qualità e la gestione dell'emotività espressa dal film passano soprattutto attraverso volti e sguardi.

Est - Dittatura Last Minute

Regia di Antonio Pisu (2020) - Siamo nel'ottobre del 1989, il Muro di Berlino crollerà un mese dopo e quel che emerge da questo racconto è il ricordo di una Romania povera e dignitosa sottomessa a un dittatore spietato, un luogo di delazione diffusa, di controlli e perquisizioni costanti, di file per procurarsi qualcosa da mangiare e di mercati neri: al termine del viaggio i tre giovani che volevano essere testimoni della storia della loro epoca non saranno più gli stessi, perché avranno dovuto imparare a crescere.

Il giovane corsaro

Regia di Emilio Marrese (2022) - Nell'ambito delle celebrazioni di Pasolini100, questa pellicola racconta il rapporto tra l'autore e Bologna, la sua città attraverso una scelta narrativa particolare e significativa: il protagonista aè uno studente universitario intento a redigere la propria tesi su questo argomento. Il regista Emilio Marrese gira il film, realizzato con il sostegno di Emilia-Romagna Film Commission, tra Bologna e provincia e si avvale della voce narrante di Neri Marcoré e dalla fotografia di Gian Filippo Corticelli.

Il bambino che scoprì il mondo

Regia di Alê Abreu (2014) - Vincitore di oltre 40 premi nei festival di tutto il mondo, questa pellicola d'animazione riesce a parlare a grandi e piccini, trasmettendo concetti ed emozioni complesse con una sensibilità unica ed una grafica che fa dell'indipendenza creativa la sua forza

Contatti

Cosa
Quando